• Blog
  • news

    Da TWS

    date 22-06-2017

    FARR 40 INTERNATIONAL CIRCUIT

    FARR 40 GAETA OPEN TROPHY

    Si sposta nelle acque di Gaeta la flotta dei Farr 40 nel FARR 40 GAETA OPEN TROPHY seconda frazione del circuito internazionale.
    Nove le prove svoltesi con giornate tipicamente mediterranee caratterizzate da sole e brezza tese che nel pomeriggio raggiungeva intensità sino ai 16-17 nodi. Cinque i team presenti tutti di altissimo livello con velisti di fama internazionale veterani della Coppa America o plurimedagliati olimpici. Il nostro team in questa agguerrita flotta è la unico ad  essere composto per lo più da velisti non professionisti ma da bravi ed appassionati dilettanti.
    Chiudono ultimi ma soddisfatti per aver fatto dei buoni parziali di giornata e per aver gareggiato molto vicini e con distacchi minimi dai loro avversari.
    Raccontano: è come fare un torneo contro il Real, Barcellona Bayer Monaco ed è difficile vincere. Il nostro timore era perdere in maniera cruenta e con distacco invece in tutte le prove siamo sempre arrivati a meno di un metro dal quarto e pochi altri dal terzo. Siamo sempre stati attaccati a loro con continui sorpassi, sono state regate molto tecniche ma soprattutto le più ravvicinate con arrivi serratissimi. Soddisfatti per la nostra crescita e per I complimenti ricevuti speriamo ora di maturare e fare il colpaccio al Mondiale di Porto Cervo che si terrà dal 9 al 16 Luglio
    Show more >>
    Da TWS

    date 06-06-2017

    BLANCPAIN SPRINT – ZOLDER

    SODDISFAZIONE A META’ DOPO LA GARA SPRINT DI ZOLDER: PODIO IN GARA 1 E PENALIZZAZIONE IN GARA 2

    Si è svolto lo scorso week-end, sul tecnico circuito di Zolder, il terzo appuntamento della serie Sprint del campionato Blancpain GT Series. Con l’usuale format di due gare di un’ora in cui due piloti si alternano alla guida, la Mercedes AMG GT3 numero 90 è scesa in pista schierando gli ormai noti Raffaele Marciello e Michael Meadows. Nel corso del Venerdì sono andate in scena le prime prove libere del week-end, prove che sono servite ai due piloti per prendere confidenza con il circuito: nessuno dei due infatti aveva mai corso sul tecnico circuito Belga, noto alle cronache per la tragica scomparsa di Gilles Villeneuve durante le prove F1 del 1982. Poche ore dopo, le vetture sono scese nuovamente in pista per il secondo turno di prove libere: in questa sessione si è iniziato a fare sul serio, cercando la pura prestazione cronometrica e definendo il set-up ottimale della vettura. In questa occasione, Marciello è riuscito a piazzarsi a soli quattro decimi dalla vetta della classifica senza però utilizzare gomma nuova, a differenza degli avversarsi che si sono posizionati davanti a lui. Al termine del Venerdì, vi erano dunque tutti i presupposti per aspettarsi una buona prova di qualificazione il giorno seguente, consapevoli del fatto che il circuito Belga si dimostri molto favorevole alle vetture di casa Audi che hanno letteralmente dominato l’intera parte alta della classifica. Sabato mattina la Mercedes AMG GT3 numero 90 è scesa in pista per il primo turno di qualificazioni, la Q1, vedendo al volante Meadows che ha condotto la sessione senza fare errori. Nel secondo turno, la Q2, il volante è stato preso da Raffaele Marciello che immediatamente si è imposto come prima vettura di casa Mercedes tra la moltitudine di Audi e Lamborghini: Raffaele, al termine della seconda sessione, si è infatti posizionato in quarta posizione a mezzo decimo dalla vetta, ottenendo così il privilegiato accesso alle Q3, le terza e più importante sessione di qualificazione. Le aspettative mostrate nella seconda sessione sono state ampliamente riconfermate nel corso della terza ed ultima sessione, dove Marciello, incatenando una serie di tornate ottimali, è riuscito a qualificarsi in terza posizione, a circa due decimi dalla vetta capitanata dall’Audi R8 del Team WRT. Da sottolineare nuovamente che Raffaele si è posizionato primo tra tutte le vetture Mercedes scese in pista (per trovare la seconda vettura Mercedes bisogna scendere la classifica sino alla decima posizione, a riprovadella ottimo lavoro svolto dal forte pilota Ticinese). Sabato pomeriggio è andata in onda la prima gara del week-end che ha visto dunque la Mercedes AMG GT3 numero 90 partire dalla seconda fila con al volante Marciello. Nelle concitate fasi di partenza, a seguito di un incidente incorso ad alcuni avversari, Raffaele è riuscito a mantenere la sua posizione ed evitare l’incidente accaduto proprio accanto a lui. Dopo la Safety Car, Raffaele ha condotto uno stint di gara pressoché perfetto riuscendo a risalire sino alla seconda posizione e, nei pochi giri in cui ha avuto pista libera, è riuscito a distaccare gli avversarsi alle sue spalle. A circa venticinque minuti dalla fine, Marciello ha lasciato il volante al compagno di squadra Meadows (con un pit stop pressoché perfetto) che è riuscito a difendere la seconda posizione sino al termine della gara. Si è conclusa dunque la prima gara del week-end con un prezioso secondo posto: posizionamento prezioso soprattutto nell’ottica della gara della domenica, perché la Mercedes AMG GT3 numero 90 sarebbe dunque partita dalla prima fila, pronta a giocarsi il tutto per tutto durante la corsa. Domenica pomeriggio, il via della seconda gara è stato preso da Michael Meadows che, per troppa foga, nella fasi di lancio ha anticipato troppo la partenza incorrendo, pochi giri dopo, in un Drive Through (penalità che consiste nel passaggio obbligato nella pit lane a velocità limitata perdendo circa venticinque secondi) compromettendo dunque la corsa. Oltre a ciò, pochi giri dopo, la vettura numero 90 è incorsa nuovamente nella medesima penalizzazione, questa volta a causa di un errore commesso dal Team AKKA durante la procedura Pre-Partenza non avendo posizionato la vettura “a terra” nei tre minuti antecedenti la corsa. In un clima di grande nervosismo e insoddisfazione, Marciello ha preso il volante della Mercedes AMG GT3 oramai nelle retrovie ma, senza perdersi d’animo, è comunque stato uno dei piloti più veloci in pista a riprova del fatto che un ottimo in podio in gara due sarebbe stato alla portata dell’equipaggio Mercedes. Con grande dispiacere si è visto dunque sfumare un week end che avrebbe potuto portare numerosi punti in classifica al sempre costante pilota Ticinese. Senza perdersi d’animo, Marciello è però già in ottica Endurance in vista dell’importante 1000KM del Paul Ricard che si terrà i prossimi 23 e 24 Giugno nel sud della Francia.
    Show more >>
    Da TWS

    date 29-05-2017

    La Cucine Lube Civitanova è campione d’Italia.

    Da TWS

    date 15-05-2017

    BLANCPAIN ENDURANCE - SILVERSTONE

    PREZIOSO PODIO PER RAFFAELE MARCIELLO E LA SUA MERCEDES AMG GT3

    A meno di una settimana dall’appuntamento della serie Sprint, Raffaele Marciello è nuovamente sceso in pista per il secondo appuntamento del Blancpain GT Endurance sul circuito di Silverstone. Il programma del week end prevedeva una gara di tre ore dove, al volante della Mercedes AMG GT3 numero 90, oltre a Raffaele, si sono alternati i compagni di squadra Edoardo Mortara e Michael Meadows. Nel corso della mattinata di sabato, in un tipico clima British, le vetture sono scese in pista per il primo turno di prove libere. Dopo aver lasciato il volante ai compagni di squadra, è arrivato il turno di Marciello per prendere confidenza col veloce circuito di Silverstone. A pochi minuti dalla fine della sessione, Raffaele ha montato gomme fresche ed è entrato in pista con l’intento di iniziare a tastare le reali potenzialità della vettura cosa che, purtroppo, non è riuscito a mettere in pratica perché, nel giro di lancio, è incappato in una foratura che lo ha costretto a rientrare lentamente ai box. La prima sessione di prove libere è dunque terminata senza un reale riscontro cronometrico, ma i tre forti piloti non si sono persi d’animo ed hanno lavorato assieme per cercare il miglior set-up della vettura. Nel pomeriggio di Sabato sì è dunque scesi nuovamente in pista per la seconda sessione di prove libere. Dopo Meadows e Mortara, è toccato a Raffaele mettersi al volante e cercare di recuperare il lavoro perso nella mattinata. Dopo alcuni giri, sempre con gomma usurata, è arrivato il momento di montare gomma nuova per Raffaele e cercare la pura prestazione cronometrica. Purtroppo, anche in questo caso, Marciello non è riuscito a completare il suo lavoro a causa di una bandiera rossa che ha interrotto in modo definitivo la sessione. Sabato sera si è dunque abbandonata la pista di Silverstone con un po’ di incertezza a causa dei pochi giri “utili” svolti nel corso della giornata ma, per Raffaele, le sensazioni erano buone. Domenica mattina si è scesi nuovamente in pista per la sessione di qualifiche ufficiali, suddivise in tre sottogruppi denominati Q1, Q2 e Q3. In Q1 ed in Q2 hanno guidato rispettivamente Meadows e Mortara, mentre le Q3 (sessione più importante perché quella in cui la pista è più gommata e minor carburante è presente nel serbatoio della vettura) è stata guidata da Raffaele. Immediatamente ai vertici della classifica, Marciello si è visto però annullare il proprio giro cronometrato per non aver rispettato pienamente i track limits imposti dalla direzione gara e si è dunque trovato, improvvisamente, in ultimissima posizione senza aver registrato alcun tempo utile alla qualificazione. Senza perdersi d’animo e senza incappare in errori dettati dall’agitazione, Raffaele si è nuovamente fermato ai box per montare gomma nuova e tentare, in un unico giro disponibile dato il poco tempo rimanente, di segnare un tempo utile alla qualificazione. Con grande freddezza e concentrazione, Raffaele è rientrato in pista e, nonostante il traffico, è riuscito a piazzare la Mercedes AMG GT3 numero 90 in nona posizione. La gara, in programma la Domenica pomeriggio, è iniziata con Edoardo Mortara al volante della vettura che, però, nelle concitati fasi iniziali, ha perso alcune posizioni sino a retrocedere in tredicesima piazza. Il momento chiave della corsa è avvenuto al termine dell’ora di guida di Mortara perché, Edoardo, è riuscito ad entrare nella corsia box per effettuare il cambio pilota esattamente nel momento in cui la Virtual Safety Car (regime di “congelamento” della gara in cui le vetture sono obbligate a viaggiare ad una velocità massima di 80km/h) veniva dichiarata, mentre tutte le vetture avversarie sfilavano sul traguardo. Con un pit stop perfetto, Meadows è rientrato in pista prendendo la testa della corsa. Nel corso della sua ora di guida, Michael ha dato il massimo cercando di arginare l’avanzata della veloce vettura Lamborghini numero 63 che, al termine dello stint, era ormai rientrata alle costole della Mercedes numero 90. Con il terzo pit-stop, Raffaele ha preso dunque parte all’ultima ora di gara. Purtroppo, per decimi di secondo, la Lamborghini, nelle fasi del cambio pilota, è riuscita ad entrare in pista pochi metri davanti alla Mercedes di Marciello che si è dunque trovato in seconda posizione. Nonostante la netta superiorità della vettura di Sant’Agata, Raffaele è riuscito a tenergli testa nel corso di tutto il suo stint, senza mai subire un distacco elevato. Purtroppo, negli ultimi minuti di gara, durante il sorpasso di una vettura doppiata, la Mercedes AMG GT3 numero 90 è stata molto rallentata sino ad essere sorpassata dalla Mercedes di Buhk. Si è dunque conclusa in terza posizione la gara di Marciello che è dunque salito su un podio inizialmente inaspettato visto il week-end tutto in salita che è stato affrontato dalle prime prove di Sabato. Con il sorriso si è dunque pronti ad affrontare la prossima tappa della serie Sprint che si terra sul circuito di Zolder i prossimi 2, 3 e 4 Giugno.
    Show more >>
    Da TWS

    date 05-10-2016

    Marciello grande protagonista a Sepang

    Anche nella trasferta asiatica Raffaele si conferma sul podio

    Per la decima tappa stagionale, la GP2 Series è volata in Malesia, sul circuito di Sepang. Untracciato affascinante, ma anche una prova molto dura per i piloti, scesi in pista lo scorsoweekend con temperature di oltre trenta gradi abbinate ad un elevato tasso di umidità. PerRaffaele il bilancio del fine settimana è stato molto positivo, grazie ad una seconda ed unasesta posizione che hanno rafforzato la terza piazza nella classifica di campionato.“Sono contento di quanto siamo riusciti a fare nell’arco del weekend – ha commentatoRaffaele - l’obiettivo era consolidare il terzo posto nella classifica di campionato, ed è statoraggiunto. Ad una prova dal termine della stagione era importante mantenere un vantaggioimportante nei confronti degli avversari diretti”. La buona competitività del tandem Marciello-Russian Time è emersa subito in qualifica, grazie alla terza posizione ottenuta alle spalle deipiloti del team Prema squadra che sta dominando la stagione. “Mi sono sentito subito a mioagio – ha confermato ‘Lello’ – siamo riusciti a piazzarci davanti agli avversari diretti, e questoci ha dato la prima positiva spinta del fine settimana”.Al via di gara-1 Raffaele si è confermato nella top-3, impostando un buon ritmo con le gommepiù morbide. Poi nelle fasi di pit-stop c’è stato un inconveniente che è costato del tempoprezioso. “Succede – ha spiegato Raffaele – sbagliano i piloti e nell’arco di una stagione puòaccadere un imprevisto anche ai meccanici che si occupano del pit-stop. Si è inceppata lapistola del pneumatico anteriore sinistro, e abbiamo perso qualche secondo che ci è costato ilterzo posto”. Tornato in pista, ‘Lello’ ha comunque ottenuto un piazzamento importante,transitando sotto il traguardo in sesta posizione.Nella corsa che ha concluso la trasferta malese, Raffaele è stato grande protagonista,lottando per la vittoria fino ai giri conclusivi ed ottenendo una brillante seconda posizionefinale. “In gara-2 ci siamo confermati competitivi anche con la mescola dura – ha confermatoRaffaele – ero molto veloce e la vittoria è stata portata di mano. Nelle ultime tornate hoduellato un po’ con Luca Ghiotto, ma il team mi ha segnalato che i miei avversari diretti nellaclassifica di campionato erano fuori dalla zona punti, quindi ho ridotto i rischi al minimo pernon gettare al vento un risultato fondamentale per la nostra classifica”.Il calendario della GP2 Series prevede ora una lunga pausa prima dell’atto conclusivo dellastagione 2016, in programma l’ultimo weekend di novembre sul circuito di Abu Dhabi. Unappuntamento a cui Raffaele si presenterà in una solida terza posizione. “La matematica mimantiene ancora in corsa per il titolo – ha concluso - ma ci vorrebbero davvero moltecircostanze favorevoli che non dipendono solo dai miei risultati, e onestamente non ci penso.Spero invece di riuscire a confermarmi nella top-3, e di concludere al meglio una bellastagione dando anche il massimo supporto al team nella classifica riservata alle squadre”.
    Show more >>