• Blog
  • news

    Da TWS

    date 13-09-2016

    Misano, San Marino e riviera

    9-10-11 Settembre 2016

    "É stata veramente una cosa incredibile aver vinto qui la prima volta, nel circuito dedicato a Marco Simoncelli. È davvero un giorno speciale con il mio fan club che è venuto qui, la gara di casa che si corre in un giorno speciale a cui abbiamo dedicato la nostra livrea. È stata veramente una bella gara, ancora non ci credo, ho realizzato che Rins era andato largo quando ho tagliato il traguardo. Grazie a tutti: il mio team, Giovanni,la VR46 Riders Academy, la mia famiglia e chi è venuto a tifare per noi questo fine settimana”
    Cit. http://www.forward-racing.com/photo-review/

    Show more >>
    Da TWS

    date 09-09-2016

    TWS per la disabilità, nello spirito paralimpico

    Le Paralimpiadi 2016, iniziate il 6 settembre, si sono tenute la prima volta nel 1976. Nello stesso anno, presso l’Istituto di Riabilitazione S. Stefano di Porto Potenza Picena (Macerata) nasceva la S. Stefano Sport. Favorire la riabilitazione psicofisica e  il pieno reinserimento delle persone colpite da disabilità nella vita sociale e relazionale è l’obiettivo dell’Associazione, che permette a moltissime persone di crescere agonisticamente praticando gli sport più vari. Noi di TWS, che crediamo fortemente nell’integrazione della disabilità e nel servizio al territorio, siamo orgogliosi di sostenere la S. Stefano Sport, Medaglia d’argento 2008 del CONI per meriti sportivi e di servizio alla causa Paralimpica.
    Show more >>
    Da TWS

    date 07-09-2016

    Marciello si conferma sul podio anche a Monza

    Raffaele rafforza la terza posizione nella classifica generale con una gran gara-1.

    Il fine settimana di Monza ha detto molto. Ancora una volta Raffaele Marciello è salito sul podio, grazie alla seconda posizione conquistata al termine di una spettacolare gara 1. Un piazzamento che ha consentito a Raffaele di rafforzare la sua terza piazza nella classifica di campionato, guadagnando punti preziosi sugli inseguitori.“Il bottino finale in termini di punti non è male – ha spiegato ‘Lello’ – ma non è stato un fine settimana semplice. Per tutto il weekend non ho trovato il feeling che volevo con la monoposto, il set up non è stato quello atteso, e ho faticato molto più del solito sia in qualifica che sul passo gara. Nella prima corsa del weekend siamo stati abili e fortunati, riuscendo a sfruttare al meglio l’ingresso in pista della Safety-Car. Abbiamo ritardato al massimo il cambio degli pneumatici, e siamo riusciti a girare a nostro favore le circostanze della corsa. Mi spiace un po’ non essere riuscito ad ottenere un successo che a pochi giri dal termine era alla mia portata, ma la seconda posizione è stato comunque un risultato prestigioso considerando che avevo preso il via dalla sesta fila dello schieramento”.La seconda corsa del weekend monzese è stata decisamente breve per Raffaele. “Appena ho inserito la prima marcia al via del giro di formazione – ha spiegato ‘Lello’ – il motore si è spento. Non ho percorso neanche un metro. Mi hanno spinto in corsia box, e da li ho visto il via di una gara a cui non ho preso parte. C’è molto rammarico, perché al di la di una performance non ottimale, ci sarebbe comunque stata l’opportunità di raccogliere punti preziosi per la classifica di campionato”. Ed invece per Raffaele c’è stato un incolpevole zero in classifica.Archiviata la tappa di Monza, la GP2 Series lascerà l’Europa. Le ultime due prove del calendario 2016 sono infatti programmate in Malesia (1-2 ottobre) e ad Abu Dhabi (26-27 novembre). Due tracciati su cui Raffaele ha già avuto esperienze agonistiche. “A Sepang ho disputato una sessione di prove libere di Formula 1 con la Sauber – ha ricordato – non molti giri ma comunque ricordo il tracciato. Abu Dhabi invece è ormai una pista che tutti i piloti conoscono. Ma il grosso interrogativo sarà legato alla performance della monoposto. Se ci confermeremo nelle prime cinque posizioni, vorrà dire che saremo pronti a cogliere tutte lechance che arriveranno, anche legate ad errori altrui. Viceversa sarà dura. Il mio obiettivo è quello di arrivare alla prova finale di Abu Dhabi con la possibilità di puntare al titolo, impresa non semplice perché i due piloti del team Prema nella seconda parte di stagione hanno davvero cambiato passo. Ma io ci credo, e fino all’ultimo darò il massimo per riuscirci”.
    Show more >>
    Da TWS

    date 11-08-2016

    Marciello nella top-3 al giro di boa stagionale.

    Terzo posto nella prima gara di Hockenheim, e terzo posto nella classifica generale.

    Dopo l’impegnativo mese di luglio, che ha visto compattati ben quattro weekend di gara, la GP2 Series ha iniziato la tradizionale pausa estiva. Lo scorso fine settimana team e piloti hanno fatto tappa sul circuito tedesco di Hockenheim, un tracciato sul quale Raffaele Marciello ha più volte vinto nel corso della sua carriera. E i buoni riscontri si sono confermati anche lo scorso weekend. Il bilancio finale è stato di un piazzamento sul podio e diciassette punti complessivi che hanno confermato Raffaele al terzo posto nella classifica generale.“Abbiamo concluso il girone d’andata del campionato con un bilancio importante – ha commentato Raffaele – che ci consente di essere in corsa su tutti i fronti. Resta però un po’ di rammarico per l’esito della trasferta tedesca dello scorso fine settimana. In qualifica c’era tutto per ottenere la pole position, ed invece a causa di un avversario più lento ho dovuto abortire il giro finale. Poco male, perché poi in gara-1 sono riuscito a portarmi al comando e controllavo la corsa senza particolari problemi”. La gara di Raffaele si è complicata dopo il pit-stop obbligatorio per la sostituzione degli pneumatici.“Tornato in pista ho perso tempo a causa del traffico – ha proseguito Raffaele - ma soprattutto giro dopo giro ho realizzato che avevamo cambiato le gomme troppo presto. Infatti nei giri finali la trazione è praticamente crollata a causa del degrado degli pneumatici, ed ho perso due posizioni. Dispiace, perché dopo essere stati in testa per buona parte della corsa,la terza posizione finale, pur rimanendo un buon risultato, sta un po’ stretta. Col senno di poi avremmo dovuto restare in pista tre giri in più, prima di passare alle gomme ‘prime’, ovvero la mescola più dura”.La seconda corsa del weekend, che ha concluso la trasferta di Hockenheim, ha visto Raffaele ottenere la settima posizione finale. “La mia partenza non è stata delle migliori – ha spiegato– e mi sono ritrovato in mezzo ad un lungo serpentone di monoposto. In queste circo stanze non è mai facile recuperare posizioni, perché tutte le vetture hanno il sistema DRS attivo,quindi di fatto si azzera il vantaggio di cui si dispone normalmente nei corpo-a-corpo. In più c’è stato un regime di virtual-safety-car, e non posso dire di aver visto tutti i piloti rispettare le regole. Io ero vicino a Luca Ghiotto, ed entrambi abbiamo rallentato, ma abbiamo visto altri avversari recuperare anche sei secondi. Credo che serva una maggiore chiarezza in queste circostanze di gara”.La GP2 Series tornerà in pista sul circuito di Spa-Francorchamps il 26-28 Agosto.
    Show more >>
    Da TWS

    date 24-06-2016

    Ancora un Podio per Marciello. Ora è quinto nella classifica generale.

    Raffaele ha conquistato la terza posizione nell’ inedita cornice del Gran Premio d’Europa,disputato sul circuito cittadino di Baku

    Per la prima volta nella sua storia la Formula 1 ha fatto tappa in Azerbaijan, e la GP2 Series ha seguito la categoria maggiore nel contesto unico della capitale Baku. Gli organizzatori hanno strutturato un circuito cittadino che si è confermato un mix di tratti guidati con altri molto veloci, dove le GP2 Series hanno sfiorato i 330 km/h di velocità di punta. Per Raffaele il weekend di Baku si è concluso con un bilancio complessivamente positivo, grazie alla terza posizione arrivata in gara-1 al termine di una corsa che ha visto “Lello” grande protagonista.“Se osservo la classifica generale sono contento – ha spiegato Raffaele - sono salito al quinto posto e mi trovo a solo undici punti dalla vetta. Gara-1 è stata una corsa difficile e divertente.Al via sono scattato molto bene, portandomi al comando, ma complice le scie ed il continuo ingresso in pista della safety-car, è stato praticamente impossibile riuscire a prendere il largo.Dopo l’ultimo ingresso della vettura di servizio ho accusato un calo di trazione alle gomme posteriori, e non sono riuscito a reggere l’assalto finale di Giovinazzi e Sirotkin. C’è ancora qualcosa da migliorare sul fronte della messa a punto dela monoposto, ma credo che la direzione imboccata sia quella giusta, ed ho fiducia nel lavoro della squadra”.La seconda gara del weekend di Baku è stata decisamente caotica. La direzione-gara è dovuta ricorrere alla safety-car a causa di diversi incidenti, ed in una delle fasi di ripartenza è avvenuto un incidente che ha condizionato l’esito della corsa: “Quando sono arrivato alla staccata di curva-1 ho dovuto schivare un avversario, e sono uscito dalla traiettoria. È un vero peccato non essere riuscito a transitare sotto la bandiera a scacchi, e questo resta il rammarico del weekend. Se avessi concluso gara-2 con un risultato che di fatto era alla mia portata, avrei lasciato Baku al vertice della classifica di campionato. Già al termine della prima corsa mi ero lamentato del comportamento di alcuni piloti che non erano stati corretti nelle fasi di ripartenza dopo i regimi di safety-car, e in gara-2 i problemi sono stati ancora maggiori”.La grande protagonista del weekend di Baku è stata senza alcun dubbio l’inedita pista ricavata nel centro della capitale dell’Azerbaijan. “Il tracciato è impegnativo – ha commentato Raffaele - nel primo tratto mi ha ricordato Singapore, mentre la zona centrale è decisamente lenta. L’ultimo settore è quello che mi è piaciuto di più, bisogna stare attenti ai muri, ma guidare in quel tratto è molto bello. Adesso però è già tempo di pensare alla prossima tappa del Red Bull Ring. Troveremo un asfalto nuovo, e sarà una variabile importante che influenzerà molto i verdetti del weekend. Sono ottimista, credo che il weekend austriaco possa rappresentare una buona chance per avvicinarsi ancora di più al vertice della classifica”.
    Show more >>